Google PlusFacebookTwitter

Cibo e Auto Guarigione

L’Auto Guarigione inizia con il cibo

Il primo passo è riconoscere il nostro potere di guarigione ed assumersi la responsabilità della nostra salute.

I livelli di cura:

1 Farmacologia e metodi Medici Convenzionali

2 Omeopatia, Psicologia, Ayurveda, e più in generale Medicina Non Convenzionale

3 Ribilanciamento dell’energia naturale prendendo in esame l’equilibrio globale della persona: Shiatzu, Agopuntura, Reiki, ecc.

4 Primo step dell’auto-guarigione: stile di vita

5 Secondo step: rimedi casalinghi

6 Terzo step dell’auto-guarigione: dieta

I primi 3 punti implicano che ci sia un operatore a nostro favore, mentre lo stile di vita e la dieta dipendono solo da noi. E’ comunque importante inserire nello stile di vita degli spazi di terapia attraverso la medicina non convenzionale che a differenza di quella convenzionale non agisce sul sintomo ma prende in esame malattia e persona come fattori unici e distintivi. Attraverso uno stile di vita equilibrato ed una dieta completa ed affine, le terapie come Agopuntura, Yoga, ecc. diverranno più efficaci perché il senso di responsabilità avrà fatto da catalizzatore.

 

Riflessioni storiche

10.000/12.000 anni fa finisce l’Era glaciale e da qui ha inizio l’Alimentazione Umana. 9.000 anni fa prende il via l’Agricoltura: alimentazione semplice e naturale fatta di cereali e legumi, basata sulla stagionalità, poco cibo animale, prevalentemente integrale e biologico, senza trattamenti chimici. Per 8.800 anni in tutto il mondo si mangiava in modo pressoché identico. Negli ultimi 200 anni i cambiamenti sono arrivati con l’inizio del commercio e degli scambi. Cristoforo Colombo, importò pomodoro, tabacco, patata, rivoluzionando la dieta. La rivoluzione industriale inserì nuovi metodi di conservazione del cibo a causa delle guerre. La comparsa del petrolio (da poco più di un secolo) rappresentò un ulteriore enorme cambiamento nella dieta umana.

Le Piramidi alimentari rappresentate nella seguente slide sono state studiate e proposte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per 8.800 anni la dieta mediterranea tradizionale e la dieta orientale tradizionale furono identiche. Il cibo dell’Uomo è il seguente: cereali, verdure, legumi, frutta di stagione, uso moderato se non minimo di cibi animali e grassi saturi. Negli ultimi anni la cosa che è cambiata di più nello stile di vita umano è la dieta. Statistiche dell’Istituto Nazionale della Nutrizione dimostrano che dal 1950 ad oggi abbiamo più che raddoppiato il consumo di grassi, quadruplicato quello delle carni e quasi raddoppiato quello di zuccheri. Lo zucchero non è cibo, è una polvere bianca che crea dipendenza di origine tropicale, che non passa dallo stomaco ma va direttamente nel sangue. Oggi in Italia si consuma più zucchero che pasta! Un secolo fa la quantità di zucchero in Italia era pari a zero. L’obesità e’ presente in America per il 79% del popolo ed in Italia poco ci manca. Da una statistica datata 2008, i bambini obesi sono dal 10 al 20% e quelli in sovrappeso dal 20 al 50%. Anche l’Osteoporosi è in costante aumento.

 

Riflessioni energetiche

Yin e Yang e un concetto che vive da 5.000 anni ed appartiene alla Macrobiotica. Si basa sulle polarità (uomo e donna, stagioni, attività e riposo, alto e basso, magro e grasso, ecc.). il mondo e’ fatto di polarità. Contrazione ed espansione sono le polarità che vengono prese in considerazione dalla Dieta Macrobiotica; ogni alimento conferisce un effetto al nostro corpo, questo effetto può essere più espansivo o più contraente. Gli alimenti che creano più espansione nel nostro corpo sono quelli più raffinati e di origine tropicale come alcol, zucchero, caffè, cioccolato, latte e latticini, cibi cotti al dente; quelli che creano più contrazione sono le carni, gli alimenti secchi o cotti al forno, cibi cotti a lungo. Gli alimenti più equilibrati sono quelli che l’uomo ha consumato per più di 8.000 anni: cereali, legumi, verdure. Per fare degli esempi di squilibri, l’ipertensione (un terzo della popolazione italiana ne soffre) è causata da un eccesso di cibi Yang, quindi contraenti, come carni, sale, prodotti da forno. Debolezza, poca energia, allergie (metà dei bambini ne soffrono) sono causati da eccesso di alimenti Yin, come zuccheri, frutta tropicale, ecc.

Primi passi per ritrovare l’equilibrio: mangiare 2 o 3 volte al giorno, allo stesso orario, seduti tranquilli (almeno 20 minuti a pasto), masticando bene. Comporre ogni pasto con un cereale e una verdura. Almeno uno dei pasti dovrà essere arricchito con una zuppa e dei legumi.

 

Alimenti NO

– Il cibo animale e’ uno dei cibi più consumati, ma dobbiamo essere coscienti che questo rappresenta una novità per la storia alimentare dell’essere umano ed il suo consumo non e’ salutare

– no latticini

– gli zuccheri (zucchero di canna, fruttosio, dolcificanti artificiali)

– alcol

– frutta tropicale, fichi, datteri

 

Alimenti NI

– prodotti da forno

 

Alimenti Si

– cereali

– verdure ( la verdura ha più vitamine e sali minerali rispetto alla frutta)

– legumi

– zuppa (zuppa di miso)

– olio e sale di altissima qualità

– malto di riso ed orzo come dolcificanti equilibrati

 

Verso l’Evoluzione

Un percorso di auto-guarigione partendo da stile di vita e alimentazione, permette di:

– abbattere i costi collettivi della sanità

– diminuire la fame nel mondo (un terzo della terra e’ sfruttato per creare cibo animale, se fosse sfruttato per coltivare cereali o verdure ci sarebbe cibo in abbondanza per tutti)

– diminuire l’inquinamento (il consumo di petrolio che tiene in essere aziende per creare cibo animale è superiore a quello che serve per tutti i mezzi di trasporto)

– abbattere gli sprechi (l’acqua consumata per produrre cibo animale è di 16.000 litri al giorno a persona, mentre quella utilizzata per produrre cibo vegetale è di 1300 litri al giorno a presona)

 

Bibliografia: Corso base di Self-Healing di Martin Halsey

 

Consigliamo la visione del seguente film:

http://veg-tv.info/Earthlings

 

 
 
 
Translate »